Back

Anche i pesci prendono il Prozac

Anche i pesci prendono il Prozac, uno dei farmaci antidepressivi più famosi del mondo. Succede perché ormai nei nostri mari, così come nelle acque reflue, buttiamo qualunque cosa che consideriamo rifiuto. Anche i farmaci.

Anche gli antidepressivi, che stando ad uno studio australiano realizzato dalla Monash University in Australia  – e pubblicato su Biology Letters –  causerebbero dei cambiamenti al comportamento dei pesci e di altre creature marine. I medicinali psicoattivi sarebbero in grado di influenzare in negativo alcuni atteggiamenti fondamentali per gli animali acquatici, come ad esempio il modo in cui fuggono dai predatori o si procacciano del cibo.

Proprio il Prozac è tra quei medicinali rilevati negli ecosistemi marini e che sarebbe maggiormente responsabile della modifica del comportamento dei pesci. Fino ad oggi i ricercatori avevano sperimentato gli effetti dei farmaci isolando i pesci, ma questo metodo non poteva produrre risultati importanti per poter attestare la reale risposta degli animali a queste sostanze all’interno di un contesto sociale.

Anche i pesci prendono il Prozac : una Gambusia

Il gruppo di studio guidato dall’etologo Bob Wong ha condotto un esperimento sulle gambusie, fatte nuotare per un mese in acque contaminate dal Prozac a vari livelli, sia da sole che in gruppi di tre. Quando i ricercatori hanno nutrito i pesci, hanno notato un cambiamento nelle dinamiche con le quali gli animali in gruppo cercavano di accaparrarsi il cibo a discapito degli altri, in una caccia che in natura può valere la sopravvivenza. In particolare, le gambusie esposte agli antidepressivi mostravano una minore aggressività nel momento in cui dovevano procacciarsi il cibo, un effetto ‘rilassante’ che potrebbe rendere i pesci facili obiettivi per i predatori.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup