Back

Amazzonia: il polmone del Pianeta

L’Amazzonia è la foresta pluviale più grande rimasta sulla Terra è il polmone del Pianeta: si estende per 6,7 milioni di chilometri quadrati in nove stati sudamericani : Brasile, per la maggior parte, poi Bolivia, Colombia, Ecuador, Guyana francese, Perù, Guyana, Suriname e Venezuela.

Si tratta di una foresta pluviale tropicale per l’80%, ma anche di una foresta palustre, bosco di latifoglie, savana e, da qualche tempo il 7% del territorio è diventato superficie agricola.

Amazzonia

L’estensione della foresta

 

La foresta pluviale immagazzina da 90 a 140 miliardi di tonnellate di CO2 che viene però rilasciata in grandissime quantità nell’atmosfera a causa della devastazione continua che si sta facendo della foresta. Le conseguenze sono catastrofiche per l’ambiente. Nella foresta amazzonica vive il dieci per cento di tutte le specie animali conosciute, tra cui il delfino di fiume del Rio delle Amazzoni, il giaguaro e il boa constrictor. Non solo: nella foresta vivono  circa 350 popolazioni indigene, alcune molto antiche nella tradizioni, negli usi e nello stile di vita.

Amazzonia

Un giaguaro nella foresta amazzonica

Allo stato attuale, mentre vanno in scena in tutto il mondo le polemiche per la deforestazione di questa zona di cui diamo conto qui – più dell’80 per cento della superficie della foresta amazzonica è ancora ben conservato mentre il 20 per cento è già scomparso.

L’Amazzonia ospita la maggiore biodiversità della Terra: 750 specie di alberi, 400 specie di uccelli e 125 mammiferi, 100 specie di rettili, 60 di anfibi ed è stato determinato che in ogni singolo albero vivano 400 tipi di insetti. I tantissimi alberi sono in grado di fornire all’atmosfera aria pulita, nuova e soprattutto fresca migliorando così la salute e le condizioni fisiche dell’uomo.

Amazzonia

Il Rio delle Amazzoni

Il Rio delle Amazzoni raccoglie quasi il 20 per cento dell’acqua dolce che si trova sulla Terra, mentre la foresta condiziona e regola il clima dell’intero pianeta.

Il sistema forestale è estremamente sensibile al minimo cambiamento locale come la siccità e la deforestazione. Ciò comporta il prosciugamento degli strati, la distruzione dei microrganismi che garantiscono il rinnovo dei nutrienti minerali, l’erosione del suolo e la lisciviazione dei nutrienti: la perdita del fosforo che potrebbe altrimenti essere utilizzabile. 

Amazzonia

Una parte della foresta dell’Amazzonia

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup