Back

Agricoltura rigenerativa: un’alternativa “naturale” climate friendly

Agricoltura rigenerativa: una soluzione basata sulla natura che può aiutare a guarire il pianeta dagli effetti negativi dei cambiamenti climatici. Di questo è convinta Daniela Ibarra-Howell, agronomo, CEO e co-fondatore del Savory Institute. Il Savory Institute un’organizzazione che utilizza metodologie basate sull’agricoltura rigenerativa e il pascolo olistico pianificato per rinnovare le praterie su larga scala. Una strategia che aiuta con beneficio ad affrontare i problemi della sicurezza alimentare e del cambiamento climatico.

Agricoltura rigenerativa come opportunità contro le emissioni di CO2

A differenza dei mangimi industriali e delle pratiche di monocoltura, che hanno impatti ambientali negativi ben noti e ampiamente documentati, l’agricoltura rigenerativa si concentra sul ripristino e sull’arricchimento del terreno. Essa “consiste nella produzione di cibo e fibre con metodiche che ripristinano la diversità biologica”, afferma Ibarra-Howell, che aggiunge: “c’è molta attenzione sulla salute del suolo e sulla sua capacità di sequestrare il carbonio e mantenerlo in posizione, contribuendo così in modo decisivo alla riduzione delle emissioni di gas serra nell’atmosfera e quindi al raffreddamento pianeta”. Un esempio macroscopico di come gli stessi processi naturali, se opportunamente sfruttati, possono essere i partner per eccellenza nella mitigazione dei cambiamenti climatici.

Il ruolo centrale dell’agricoltura pre-industriale

Ibarra-Howell osserva che gli agricoltori e i pastori “vivono la risposta”, poiché costruiscono e mantengono rapporti profondi con il suolo, le piante e gli animali. “L’agricoltura è il nostro più potente e intenso rapporto con la Terra, con il suolo, con le piante, con gli animali, con gli oceani. Un’opportunità di intervento tradizionale, altamente culturale, da prima dell’avvento dell’agricoltura industriale. Quei legami antichi devono essere ricostruiti “. Una parte integrante della ricostruzione di questi legami è il recupero della salute del suolo, ma dovremmo cambiare il modo in cui misuriamo l’impatto di questa attività umana sull’ambiente.

“Si tratta di persone, di mezzi di sussistenza, di un’intera rete di vita che deve essere nutrita. Si tratta di un ritorno all’investimento in valute molto diverse, ancora una volta, non solo finanziarie “. In una conversazione con il CEO di Heifer International Pierre Ferrari, Ibarra-Howell ha elaborato ulteriormente il ridimensionamento dell’agricoltura rigenerativa per nutrire le comunità e combattere i cambiamenti climatici, legando il tema al lavoro dei partner del Savory Institute. L’Istituto accredita i Savory Hub, la cui proprietà e gestione è indipendente. Questi forniscono agli agricoltori, agli allevatori e alle comunità pastorali gli strumenti e le conoscenze per rigenerare le praterie in un contesto localizzato. Heifer Ranch a Perryville (Arkansas), ad esempio, sta attualmente intraprendendo questo rigoroso processo.

L’iniziativa

Il confronto su queste tematiche con Daniela Ibarra-Howell fa parte di #HeiferTogether, un’iniziativa che affronta lo stato degli agricoltori in tutto il mondo durante la pandemia COVID-19. Nelle conversazioni virtuali dal vivo di 20 minuti, Pierre Ferrari e altri leader di Heifer International parlano con esperti del presente e del futuro dei nostri sistemi alimentari e agricoli globali.

Articolo tratto da Impakter.com.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup