Back
agricoltura

Agricoltura per i giovani, finalmente un’opportunità

Agricoltura per i giovan: abbiamo scritto tanto su Impakter Italia di come l”agricoltura sia uno degli aspetti centrali del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Di come l’agricoltura può e deve essere uno degli aspetti della rinascita del paese perchè le nuove tecnologie consentono di lavorare la terra ed allevare gli animali in modo sostenibile.

E perchè c’è uno strumento come la Banca Nazionale delle Terre agricole che riunisce tutte le aree coltivabili del patrimonio fondiario pubblico, con l’intenzione di mapparle e redistribuirle attraverso un bando con accesso privilegiato per i giovani imprenditori agricoli. E’ stata istituita nel 2016 ed è gestita da ISMEA (un ente pubblico economico istituito con l’accorpamento dell’Istituto per Studi, Ricerche e Informazioni sul Mercato Agricolo (già ISMEA) e della Cassa per la Formazione della Proprietà Contadina), opera a livello nazionale e le modalità di vendita sono regolate dai criteri pubblicati e vigenti al momento dell’avvio della procedura competitiva.

Il 10 giugno è stata pubblicata la quarta edizione della Banca Nazionale delle Terre agricole, l’inventario completo dei terreni agricoli che si rendono disponibili anche a seguito di abbandono dell’attività produttiva e di prepensionamenti, raccogliendo, organizzando e dando pubblicità alle informazioni necessarie sulle caratteristiche naturali, strutturali ed infrastrutturali dei medesimi, sulle modalità e condizioni di cessione e di acquisto degli stessi.

In questa edizione sono disponibili sedicimila ettari di terreno, un potenziale di 624 aziende agricole interessate e un valore complessivo di ricavi di circa 255 milioni di euro. Tutti possono accedere alla Banca. L’accesso è gratuito. È sufficiente registrarsi al sito istituzionale, cliccando sul seguente link e fornendo un indirizzo di posta elettronica e una password. Se si è già registrati al sito www.ismea.it, per l’accesso alla Banca è possibile utilizzare le stesse credenziali (username e password).

agricoltura

http://www.ismea.it/banca-delle-terre

Nell’edizione 2021 i terreni disponibili sono in prevalenza al Sud –  Sicilia, Basilicata e Puglia hanno oltre la metà degli ettari messi a bando – ma anche in Toscana, Emilia Romagna, Veneto, Lombardia e Liguria. Ai candidati basterà inviare una manifestazione d’interesse seguendo le istruzioni di una procedura guidata, per accedere poi alla procedura di vendita, presentando la propria offerta economica attraverso uno sportello telematico che garantisce trasparenza e semplicità.

L’agevolazione per gli under 41 è evidente e ricalca i bandi precedenti: agli imprenditori agricoli giovani è permesso  pagare il prezzo del terreno con rate semestrali o annuali, per un periodo massimo di 30 anni, ma per una quota che può arrivare a coprire anche il 100% del valore a base d’asta. Ci sono anche altri accorgimenti per rendere le operazioni più semplici e veloci: l’aumento del numero complessivo dei tentativi di vendita da tre a quattro; la possibilità di presentare offerte libere – a ribasso o rialzo – per i terreni al quarto incanto; l’estensione dei termini per la presentazione della manifestazione di interesse da 60 a 90 giorni.

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup