Back

A Vancouver riciclano i mozziconi delle sigarette

Vancouver è una delle città canadesi più famose. Ha poco più di seicentomila abitanti quindi non è una metropoli ma non si può nemmeno definire una cittadina. Si è posta l’obbiettivo di diventare la “città più green del mondo” entro il 2020. Nel programma dettagliatissimo c’è anche una parte che riguarda il riciclo dei mozziconi di sigarette.

Il progetto in questione si chiama “Cigarette Waste Brigade” e prevede che si possano riciclare tutte le parti di sigarette spente, cartucce di sigari, mozziconi di sigaro, imballaggi esterni in plastica, imballaggi interni in foglio di alluminio, carta arrotolata e cenere.

Non si accetta la confezione in cartone di un portasigarette che è possibile riciclarlo attraverso il programma di riciclaggio comunale.

schema

Lo schema del progetto Cigarette Waste Brigade

La città è stata dotata di circa 2mila bidoncini appositamente costruiti per questa operazione ed il vice sindaco di Vancouver, Andrea Reimer, ha dichiarato . “Il vero scopo di tutto questo è quello di ricavare qualcosa di utile da un rifiuto che altrimenti sarebbe solo qualcosa di tossico e nocivo per l’ambiente“.

L’operazione è stata affidata all’azienda Terra Cycle Inc. di Toronto che estrarrà l’acetato di cellulosa presente nei mozziconi per realizzare dei pellets di plastica che a loro volta saranno usai per realizzare imballaggi o per la plastificazione del legno.

Albe Zakes presidente di Terra Cycle Inc. ha raccontato che la sua azienda voleva iniziare questo progetto in ua delle grandi metropoli comeTokyo, Londra, New York. Nessuna di queste però era disponibile o pronta. Allora hanno scelto Vancouver perché il sindaco della città ha fatto pressioni perchè la terza città canadese fosse la prima nel mondo.

L’educazione ed i costi in una città, con milioni di turisti ogni anno, sono stati tra i maggiori problemi incontrati nell’avvio del progetto. L’ammistrazione allora ha avviato una grande campagna di sensibilizzazione ed ha deciso che ogni cittadino fosse tassato di 1 dollaro per ogni recipiente installato per il  riciclo dei mozziconi. Al resto dei costi ci pensa la TerraCycle.

E in Italia?

Si potrebbe fare esattamente la stessa cosa, con la stessa finalità di utilizzo perché quella è. Esiste una normativa nazionale introdotta nel 2016, che ha fissato delle multe per tutti coloro che vengono sorpresi a gettare per terra i mozziconi di sigarette: da 30 a 300 euro. E’ il Ddl sulla Green Economy.

I mozziconi di sigaretta appartengono alla categoria dei rifiuti indifferenziati : non bisogna buttarli nell’organico o nel WC. Altrimenti il rischio è quello di inquinare la rete fognaria e produrre pericolose ostruzioni, dal momento che i mozziconi hanno una biodegradabilità molto bassa. Tutto questo detto servirebbero due cose: una maggiore cultura della raccolta anche di questo tipo di rifiuti facendo sapere ai cittadini che si possono riutilizzare anche i mozziconi di sigaretta, ed un ‘organizzazione sul tipo di Vancouver.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup