Back
25 aprile

25 Aprile: nel segno della Liberazione che non divide, ma unisce

Ancora Bella Ciao, sì. Ancora il racconto della Liberazione, certo. Ancora la celebrazione del 25 Aprile, senza esitazione alcuna. Per l’importanza di una data che è una festa nazionale non per un vezzo veterocomunista. È una festa nazionale, appunto. È di parte? Può essere, se la parte è quella della Liberazione. Non è un giorno di bandiere blu della libertà, come vagheggiato qualche tempo addietro, ma di canti partigiani. Per ricordare quelle persone che, mettendo a rischio la loro vita e spesso perdendola, hanno consegnato all’Italia la possibilità di rinascere come un Paese libero. Libero e unito, non diviso. Lo ha spiegato bene Andrea Pennacchi, durante la puntata di Propaganda Live su La7: i partigiani sono le “persone migliori che abbiamo mai avuto. Giganti”. 

E c’è un passaggio storico e culturale essenziale sulla cosiddetta divisività del 25 Aprile, tema che ogni anno torna di moda. Con gli strali di qualche revisionista nostalgico o di cerchiobottismo para moderato. Ogni battaglia per la Liberazione dall’invasore nazifascista, da una dittatura, impone un conflitto, uno scontro. Altrimenti non è una battaglia. E in quel conflitto bisogna prendere una posizione, schierarsi, essere di parte, cercando la parte giusta. Essere partigiani, appunto, della Liberazione per raggiungere la libertà. Che però non devono essere sovrapposte, banalizzando il concetto. Perché la libertà – in taluni casi – è possibile solo dopo un processo di Liberazione. Non è un gioco di parole, un paradosso sofista: è il fulcro di tutto.

Il 25 Aprile 2020 è ancora di più un giorno particolare, non uno dei tanti di quarantena come recita la vignetta di copertina. È una data da celebrare nelle forme che la tecnologia mette a disposizione, intonando Bella Ciao, sì ancora lei, dalle finestre, dalle proprie camere, dai balconi, ovunque, come testimonia il video qui sotto. Per ricordare il partigiano morto per la libertà. La nostra. Di tutti. Anche di chi non vorrebbe festeggiare la Liberazione.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup